Coerenza evolutiva

L’esperienza e la competenza acquisita negli anni dallo chef Massimo Mantarro, ci consente senza remore di considerarlo un vero e proprio Maestro del panorama culinario contemporaneo. Orgogliosamente cresciuto a Calatabiano dopo un periodo importante di formazione tra l’Etoile di Venezia e all’École Lenôtre a Parigi, inizia a lavorare all’hotel Villa S. Andrea, per poi migrare al Nord, al ristorante Del Cambio di Torino.

Nel 2003 nominato executive chef al San Domenico Palace di Taormina e dal 2004 chef executive presso il nuovo ed esclusivo  ristorante Principe Cerami.

Trasversale, poliedrico e fortemente legato alle risorse ed alle ricchezze del suo territorio, che con amore e semplicità trasmette attraverso le sue preparazioni mai snaturate da irruenti e narcisiste “reinterpretazioni”.

Naturale propensione al contatto con il pubblico e con gli appassionati della sua cucina che nel corso degli anni non hanno mai smesso di dimostrare aperte ed invidiabili condivisioni dai quali lo stesso trae ispirazione e forte energia.

Non è così scontato, individuare in un unico professionista capacità culinarie, culturali ma anche manageriali che inevitabilmente si fondono nella sua attività quotidiana e lavorativa. Capacità comprovate egregiamente e per molto tempo, dalla gestione di una realtà gioiello per la Sicilia e per il Mondo motivo di formazione e crescita, che senza dubbio ritornerà al grande pubblico già in trepidazione.

La sua è una cucina mai schierata espressione in toto della Sicilia che senza distinguo merita di raccontarsi.

“Non esiste estetica senza il gusto, distinguibile e chiaro”.

Coerenza, consolidazione e legami queste probabilmente le parole per definire quanto da lui rappresentato e trasmesso.